Comunicato Stampa

Mercoledì 17 luglio nella sede del Ministero dell'Istruzione, il Sil ha incontrato la Dott.ssa Carmela Palumbo Direttore Generale per gli ordinamenti


Il sindacato dei Librai ha esposto le proprie perplessità, circa le modalità previste dalla circolare del MIUR, uscita dopo il Decreto Profumo, per il passaggio al digitale dei libri di testo scolastici.
In particolare abbiamo chiesto approfondimenti rispetto alcuni aspetti come le modalità di diffusione, la qualità dei contenuti dei prodotti, la loro inviolabilità, la possibilità dell’approvvigionamento dei testi presso le librerie, con la possibilità di fornire supporti informatici, garantiti dallo stesso Ministero, a prezzi accessibili, e l’assistenza di personale preparato come sono i librai.
Per rimanere sul concreto, sulle problematiche del digitale, abbiamo preso in esame l’iniziativa “Book in progress”. In pratica 800 docenti di circa 100 istituti diversi sparsi in tutto Il Paese hanno costruito una rete “aperta”, www.bookinprogress.it, appunto, e realizzano apposite schede di studio su materie inerenti il programma di istruzione dell’istituto che ne faccia richiesta.
A nostro avviso, pur riconoscendo l’iniziativa lodevole e di pregio, si presta a numerosi dubbi di cui tre in particolare:

• c’è una commercializzazione del prodotto attraverso meccanismi legati alla iscrizione agli Istituti aderenti la rete

• non esiste una responsabilità diretta rispetto possibili errori sui testi forniti

• è pubblicizzata in modo fuorviante. Lo stesso sito assicura le famiglie che questo è un modo per evitare di acquistare i libri di circa 20 materie scolastiche sia scientifiche che umanistiche, stimando un risparmio di circa 300€ a famiglia rispetto la dotazione Ministeriale.

Per tutto questo abbiamo chiesto al Direttore Generale di monitorare attentamente il fenomeno, preannunciando una formale richiesta di attenzione al Ministro stesso.
Durante l’incontro sono stati evidenziate tutte le violazioni della Legge sul libro per i testi scolastici come i buoni spesa dei Supermercati, gli acquisti diretti di alcuni Itituti, la mancanza di trasparenza su alcune assegnazioni di forniture di libri.
Il Direttore Generale Carmela Palumbo nell’assicurarci di riferire al Ministro ogni nostra istanza, ha confermato che sono in atto i lavori per il Decreto di attuazione del Decreto “Profumo”.
Una volta reso pubblico il testo il Sil esprimerà le sue valutazioni nelle sedi opportune.